Whistleblowing

La società si impegna ad operare in modo etico, responsabile e nel rispetto delle leggi, regolamenti, provvedimenti, pertanto ha implementato regole specifiche e un processo di Whistleblowing per fornire ai potenziali segnalanti (dipendenti, amministratori, dirigenti, membri dell’organo di vigilanza, fornitori e altri interlocutori della società) dei canali sicuri che garantiscono la riservatezza dell’identità della persona segnalante, della persona coinvolta e della persona comunque menzionata nella segnalazione, nonché del contenuto della segnalazione e della relativa documentazione.

I canali di segnalazione interna, così come previsto dal D.Lgs. n. 24 del 10.03.2023, devono consentire ai segnalanti di comunicare le violazioni di cui siano venuti a conoscenza in contesto lavorativo di disposizioni normative nazionali o dell’Unione europea che ledono l’interesse pubblico o l’integrità dell’amministrazione pubblica o della stessa società.

IMPORTANTE: non utilizzare i canali di segnalazione whistleblowing per comunicare i “reclami”, ossia per far valere contestazioni, rivendicazioni o richieste legate ad un interesse di CARATTERE PERSONALE o per “reclami” commerciali.

Come segnalare

Il canale di segnalazione interno prevede la modalità scritta o orale attraverso una piattaforma informatica accessibile tramite l’icona “invia una segnalazione”: anche se le segnalazioni anonime sono accettate, si incoraggia i segnalanti a privilegiare quelle identificate, al fine di snellire e rendere più efficaci le indagini.

Per approfondimenti sulla procedura è possibile prendere visione dei seguenti documenti.